Come quantizzare la BMD? La sua stima, nella colonna vertebrale, è inaccurata, dal punto di vista radiografico convenzionale, se non vi è frattura, dal momento che la quantizazzione è soggettiva, influenzata, cioè, dai fattori di esposizione radiografica, dalle dimensioni del paziente, dal post – processing etc.

Al momento attuale è universalmente accettato che la DENSITOMETRIA OSSEA rappresenta il metodo migliore non solo per la DIAGNOSTICA E PER LA STIMA DEL RISCHIO DI FRATTURA ma anche per il MONITORAGGIO DELLA RISPOSTA ALLA TERAPIA.

La metodica deve rispondere ai requisiti della non invasività, accuratezza diagnostica, riproducibilità, basso costo e minima esposizione alle radiazioni ionizzanti. Tutte le macchine introdotte sin dal 1963 sono state completamente soppiantate dai densitometri ossei, ad alta risoluzione, a doppia energia (Dual X-ray Absorptiomretry DXA) a fascio (Fan Beam). Le energie utilizzate vengono selezionate in modo tale da ottimizzare la distinzione tra tessuti molli e tessuti mineralizzati compresi nell’area analizzata.

Lo scanner HOLOGIC, in funzione nel nostro studio radiologico, è uno dei migliori densitometri DXA Fan Beam disponibili sul mercato in quanto, utilizzando una tecnologia simile a quella impiegata nella TAC, è in grado di visualizzare, in brevissimo tempo, il rachide lombare e/o il collo femorale e di determinare la BMD, con una dose di radiazioni 100 volte inferiore alla radiografia convenzionale. Mediante programma dedicato è, inoltre possibile l’analisi morfometrica quantitativa del corpo vertebrale, sede di frattura.

PRINCIPALI INDICAZIONI ALLA DENSITOMETRIA OSSEA DXA
Si è discusso a lungo sull’uso, appropriato, della densitometria ossea. Vi è, allo stato, attuale, uniforme consenso del suo impiego nei casi sotto elencati:

– DEFICIENZA DI ESTROGENI, in donne con menopausa precoce (prima dei 45 anni), naturale, post-chirurgica o post-radioterapia

– FRATTURE CONSEGUENTI A PICCOLI TRAUMI, DEFORMITA’ VERTEBRALE OPPURE OSTEOPENIA EVIDENZIATE DALL’ESAME RADIOGRAFICO CONVENZIONALE

– TERAPIA CORICOSTEROIDEA A LUNGO TERMINE (>5 mg. al giorno)

– OSTEOPOROSI SECONDARIA (per es., iperparatiroidismo primario, tireotossicosi, ipogonadismo, s. da malassorbimento, gastrectomia, a reumatoide)

– MONITORAGGIO ALLA RISPOSTA DELLA TERAPIA, IN CORSO DI OSTEOPOROSI

– Nonofollow-UP IN PAZ. PORTATORI DI PROTESI D’ANCA O DI GINOCCHIO

 

Richiedi una Prenotazione

Gli esami si effettuano, NO STOP
dal lunedì al venerdì - dalle 8 alle 20
il sabato - dalle 8 alle 13 (solo segreteria).


BMD - Come si quantizza?